VIAGGIO NEL TEMPO 2000/2005

“Appassionata di ipnosi regressiva, resta profondamente colpita dagli studi del Prof Stevenson e comincia a sperimentare un linguaggio pittorico incentrato Sull’attività onirica e le memorie di altre vite. Successivamente, si avvicina alle ricerche innovative di Talbot ed eminenti studiosi come David Bohm e Robert Lanza.Coerentemente coi principi ispiratori della sua opera, lavora sulla rielaborazione dei piani, della dimensionalità spaziale e sull’abbattimento delle Prospettive canoniche e temporali.Ipotizzando la coesistenza in un tempo non lineare”.

“She became passionate about regressive hypnosis and was impressed by the studies of Professor Stevenson, deciding to experience a language focused on the oneiric activity and memories of other lives. Later she approached the innovative researches of Talbot and other scholars as David Bohm or Robert Lanza. Consistent with the inspiring principles of her art, she works on a re-elaborated version of plans, of the spatial dimensionality, leaving behind canonic and temporal perspectives,assuming a coexistence in a non-linear time”.

Marzia Vetrano
Serie Viaggio nel tempo 2000/2005

VIAGGIO NEL TEMPO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *